Servizi legislativi

Asti secco: pubblicato il decreto sull’etichettatura transitoria

È ufficiale: l’Asti Secco, la versione non dolce dell’Asti docg, arriverà sugli scaffali già dai primi giorni di agosto. È stato pubblicato l’atteso decreto ministeriale (scaricabile qui) che permette di etichettare in via transitoria i vini Asti docg sulla base delle modifiche apportate al disciplinare. Quindi l’Asti spumante può essere commercializzato dal 1° agosto con un residuo zuccherino che va dall’extrasec al dolce e possono essere usate anche le giacenze delle produzioni della vendemmia 2016.

Un provvedimento atteso da molte Case spumantiere che già dalla primavera fanno degustare le loro nuove etichette di Asti versione secca o dry.

Una scommessa quella dell’Asti secco che dovrebbe far ripartire il comparto, le vendite (Asti docg dolce che ha perso alcuni milioni di bottiglie negli ultimi anni) e aumentare il reddito dei viticoltori del moscato. Intanto, il disciplinare dell’Asti secco sta seguendo il suo iter burocratico: dopo l’autorizzazione del Ministero all’etichettatura transitoria, si aspetta ora il via libera di Bruxelles alle modifiche del disciplinare.

Richiesta informazioni

  • Ai sensi del D. Lgs. 196/03, la scrivente VIGNAIOLI PIEMONTESI s.c.a., con sede a Castagnito – Via Alba n. 15 – Partita IVA 01167230059, in qualità di Titolare del Trattamento, La informa di quanto segue:
    Il trattamento a cui saranno sottoposti i Suoi dati personali (a titolo esemplificativo: dati anagrafici, fiscali, nominativi, contabili, ecc.) riguarda finalità strettamente connesse all’attività di competenza della società ed ha lo scopo di svolgere l’attività per la quale la società è controparte nel rapporto in essere, adempiere ad ogni norma di legge esistente, anche in relazione alle incombenze contabili e fiscali. Il trattamento dei dati personali avverrà mediante strumenti idonei a garantire la sicurezza e la riservatezza, e potrà essere effettuato anche mediante strumenti automatizzati atti a memorizzare, gestire e trasmettere i dati stessi. Il trattamento sarà comunque effettuato in modo lecito, secondo correttezza ed in relazione ai principi di necessità dei dati e di non eccedenza. I dati personali non saranno comunque oggetto di diffusione.
    Per maggiori informazioni scrivi a: info@vignaioli.it.
    Consulta la nostra Privacy policy.