Eventi e news

Addio a Gigi Rosso, patriarca del Barolo e delle Langhe

È stato uno dei grandi uomini di Langa, che hanno contribuito a scrivere la storia del Barolo e della viticoltura di queste colline. Gigi Rosso se n’è andato stanotte, a 86 anni. Ne avrebbe compiuti 87 tra pochi giorni.  Da tempo non usciva più dalla sua casa di via Ciro Menotti e lì si è spento.

Diplomato alla Scuola Enologica di Alba, iniziò la sua carriera nell’industria enologica: alla Cinzano prima, poi alla Barbero di Canale. Venne poi chiamato da Arturo Bersano a Nizza Monferrato, finché nel 1979 fondò la cantina Gigi Rosso a Castiglione Falletto. Produceva Barolo ma il suo cuore batteva per il Dolcetto: amava le sue vigne di Moncolombetto a Diano d’Alba.

Uomo colto ed equilibrato, Gigi Rosso ricoprì importanti ruoli istituzionali: fu presidente del Consorzio di tutela del Barolo e Barbaresco e della Consulta vitivinicola della Camera di commercio cuneese, fu vice presidente di Piemonte Asprovit prima che diventasse Vignaioli Piemontesi. Lascia i figli Claudio e Maurizio, a cui vanno le più sentite condoglianze da parte di tutta la Vignaioli Piemontesi.

Il rosario è fissato per questa sera – 12 dicembre – alle 20,30 nella parrocchia del Divin Maestro ad Alba. Il funerale domani, giovedì 13 dicembre con partenza dall’abitazione di via Ciro Menotti, e arrivo alle 14,30 nella parrocchia del Divin Maestro.

Richiesta informazioni

  • Ai sensi del D. Lgs. 196/03, la scrivente VIGNAIOLI PIEMONTESI s.c.a., con sede a Castagnito – Via Alba n. 15 – Partita IVA 01167230059, in qualità di Titolare del Trattamento, La informa di quanto segue:
    Il trattamento a cui saranno sottoposti i Suoi dati personali (a titolo esemplificativo: dati anagrafici, fiscali, nominativi, contabili, ecc.) riguarda finalità strettamente connesse all’attività di competenza della società ed ha lo scopo di svolgere l’attività per la quale la società è controparte nel rapporto in essere, adempiere ad ogni norma di legge esistente, anche in relazione alle incombenze contabili e fiscali. Il trattamento dei dati personali avverrà mediante strumenti idonei a garantire la sicurezza e la riservatezza, e potrà essere effettuato anche mediante strumenti automatizzati atti a memorizzare, gestire e trasmettere i dati stessi. Il trattamento sarà comunque effettuato in modo lecito, secondo correttezza ed in relazione ai principi di necessità dei dati e di non eccedenza. I dati personali non saranno comunque oggetto di diffusione.
    Per maggiori informazioni scrivi a: info@vignaioli.it.
    Consulta la nostra Privacy policy.