Servizi tecnici

Nuovi cloni dei vitigni autoctoni piemontesi: convegno il 16 marzo ad Alba

Nuovi cloni dei vitigni autoctoni del Piemonte «scoperti» dai ricercatori Cnr: sono venti le new entry degli ultimi due anni e saranno presentati in un incontro organizzato venerdì 16 marzo alle 14 dalla Regione Piemonte-Cepremavi a Vivalb ad Alba (Frazione Vaccheria).

Un’occasione per presentare un’eccellenza piemontese ovvero, come dice il titolo della giornata, «L’attività del nucleo di premoltiplicazione di materiale viticolo del Piemonte (Cepremavi) a sostegno della viticoltura di qualità».

«Il Cepremavi è una nostra eccellenza nel campo della ricerca – spiega l’assessore regionale all’Agricoltura Giorgio Ferrero – I nostri ricercatori lavorano al miglioramento genetico dei cloni, anche in un’ottica fitosanitario e di controllo su insetti e patogeni. Sono solo 9 i centri in Italia specializzati in questo lavoro di salvaguardia e tutela del patrimonio ampelografico e genetico dei vitigni autoctoni».

Il professor Franco Mannini coordina il lavoro dei ricercatori Cnr: negli anni, sono stati omologati un centinaio di cloni solo in Piemonte, che salgono a 130 se si contano anche quelli di Valle d’Aosta e Liguria. Le 20 new entry di cloni sono oggetto della nuova pubblicazione di Mannini, «Cloni di vitigni Piemontesi selezionati e registrati dall’IPSP – CNR 2007/2016». Sarà distribuita durante l’incontro di venerdì.

Cepramavi è nato nel 1979 dall’Esap, l’ente di sviluppo agricolo del Piemonte. Nel 1995 passa sotto la tutela della Regione Piemonte. Negli anni il centro ha creato una «screen house», in cui sono contenuti tutti i cloni trovati.

«Il Cepremavi – spiega Giulio Porzio, presidente di Vivalb, il vivaio cooperativo regionale – fornisce ai vivaisti barbatelle di categoria base per l’impianto di vigneti idonei al prelievo di gemme per la produzione in larga scala di materiale certificato. Noi, Vivalb, siamo il braccio operativo di tutti i vivaisti piemontesi: curiamo gli innesti, le barbatelle e la screenhouse, dove ci sono tutte le piante “nonne”».

Scarica il programma del convegno

Programma del convegno:

14,30 Saluto dell’Assessore regionale all’agricoltura Giorgio Ferrero

14,45 Saluto del presidente del Vivalb Giulio Porzio

15,00 Nascita, sviluppo, attività e programmazione del Cepremavi – Nadia Ansaldi e  Gianfranco Latino (Regione Piemonte – Settore Produzioni agrarie e zootecniche)

15,30 La sorveglianza fitosanitaria del nucleo e strategie di mantenimento della sanità Paola Gotta e Chiara Morone (Regione Piemonte, Settore Fitosanitario)

16,00 La selezione clonale: presentazione degli ultimi cloni omologati dal nucleo e anticipazioni sui nuovi progetti di selezione – Franco Mannini (IPSP – CNR)

16,30 Visita alla screenhouse e impianti di piante madri marze del Cepremavi – Luciano Nervo (direttore Vivalb)

17,00 Brindisi

Nel corso della giornata verrà consegnata la pubblicazione “Cloni di vitigni Piemontesi selezionati e registrati dall’IPSP – CNR 2007/2016”

Richiesta informazioni

  • Ai sensi del D. Lgs. 196/03, la scrivente VIGNAIOLI PIEMONTESI s.c.a., con sede a Castagnito – Via Alba n. 15 – Partita IVA 01167230059, in qualità di Titolare del Trattamento, La informa di quanto segue:
    Il trattamento a cui saranno sottoposti i Suoi dati personali (a titolo esemplificativo: dati anagrafici, fiscali, nominativi, contabili, ecc.) riguarda finalità strettamente connesse all’attività di competenza della società ed ha lo scopo di svolgere l’attività per la quale la società è controparte nel rapporto in essere, adempiere ad ogni norma di legge esistente, anche in relazione alle incombenze contabili e fiscali. Il trattamento dei dati personali avverrà mediante strumenti idonei a garantire la sicurezza e la riservatezza, e potrà essere effettuato anche mediante strumenti automatizzati atti a memorizzare, gestire e trasmettere i dati stessi. Il trattamento sarà comunque effettuato in modo lecito, secondo correttezza ed in relazione ai principi di necessità dei dati e di non eccedenza. I dati personali non saranno comunque oggetto di diffusione.
    Per maggiori informazioni scrivi a: info@vignaioli.it.
    Consulta la nostra Privacy policy.