Eventi e newsFinanza agevolata

Sviluppo rurale 2023-2027: al via domande di pre-adesione

Apertura presentazione domande di pre-adesione al Bando Sviluppo rurale CSR 2023-2027 – Partecipazione a regimi di qualità (SRG03). La manifestazione di interesse può essere inviata a partire dal 15/02/2024 fino alle ore 23:59 del 31/07/2024

L’operazione sostiene con una sovvenzione a fondo perduto concesso sotto forma di pagamento annuale i costi riferiti all’anno solare per la partecipazione ai regimi di qualità istituiti dall’UE e ai sistemi di qualità nazionali e regionali:

  • delle aziende agricole in forma singola
  • delle associazioni e altri organismi di tipo associativo o cooperativo

che devono partecipare per la prima volta ai regimi di qualità ammissibili o devono aver partecipato ai medesimi regimi per la prima volta nei cinque anni precedenti alla presentazione della domanda di sostegno.

Chi può partecipare

Il presente bando è riservato alle aziende singole o forme associative degli agricoltori di nuova costituzione o già esistenti, di qualsiasi natura giuridica, che aderiscono a regimi di qualità istituiti dall’Unione Europea, dallo Stato membro e dalle Regioni.

L’imprenditore agricolo e gli agricoltori che fanno parte delle forme associative, per poter essere i destinatari finali dell’intervento, devono partecipare per la prima volta ai regimi di qualità ammissibili o devono aver partecipato ai medesimi regimi per la prima volta nei cinque anni precedenti alla presentazione della domanda di sostegno.

Le OP, AOP e i Consorzi di tutela devono essere riconosciuti ai sensi della pertinente normativa nazionale e regionale.

Nel caso di domanda presentata “in approccio collettivo” per associazioni di agricoltori si intendono forme associative che raggruppano, ancorché in forma non esclusiva, agricoltori che partecipano per la prima volta ai regimi di qualità dei prodotti agricoli e alimentari:

– organizzazioni di produttori e loro associazioni, riconosciute;

– organizzazioni interprofessionali riconosciute;

– gruppi definiti all’art. 3, comma 2, del Reg. UE 1151/2012, compresi i consorzi di tutela delle Dop, Igp e Stg riconosciuti ai sensi della normativa nazionale art. 53 della legge 128/1998 come sostituito dall’art. 14 della legge 526/1999

– associazioni di qualsiasi natura giuridica, compresi i consorzi di tutela vitivinicoli riconosciuti ai sensi della normativa nazionale art. 41 della legge n. 238/2016;

– associazioni di produttori biologici e loro raggruppamenti;

– associazioni di produttori agricoli costituite ai sensi della normativa nazionale;

– cooperative agricole e loro consorzi;

– gruppi o associazioni di produttori (associazioni, consorzi) anche in forma temporanea (ATI e ATS) e altre forme associative costituite con atto ad evidenza pubblica.

Sono ammissibili al sostegno tutte le imprese agricole ubicate e operanti sul territorio regionale.

Le informazioni dettagliate del bando sono pubblicate sul sito della Regione Piemonte: clicca qui

Richiesta informazioni

  • Consulta la nostra Privacy policy